Digressione

Si invita la gentile clientela a ricordare che il seguente blog è frutto di una mente malata che, non sapendo che cazzo fare il sabato mattina, ha deciso di svegliarsi presto per scrivere un post. Di conseguenza ne sottolineamo l’ironia e la voglia di far fare una risata e invitiamo coloro i quali si sentono attaccati dalle inevitabili generalizzazioni ad andarsene a fanculo.

Grazie La direzione

Care donne, oggi è la nostra festa….eh eh yuppi ye. MACHECAZZODITE???

La nostra festa? La nostra festa dovrebbe prevedere fuochi d’artificio e un minuto di standing ovation da parte di tutti gli uomini del pianeta che ci ringraziano per il lavoro svolto senza battere ciglio per tutto l’anno!!! La mimosa, sapete dove ve la dovete mettere? Perchè dico così? Illustriamo oggi le maggiori differenze tra la donna e l’uomo…

1) MALATTIA. E la metto al primo posto perchè quando vi sposerete dovrete ripeterlo “in salute e in malattia” e senza rendervene conto, l’uomo vi ha fregato. Eh sì perchè l’uomo con 37.2 ha chiamato il prete per l’estrema unzione mentre trova la forza di lamentarsi con voi che non lo state accudendo bene. Voi cercate, inutilmente, di spiegargli che non è febbre, magari ha solo dormito col culo scoperto ma farlo equivale ad un’ammissione di colpevolezza nell’averlo fatto dormire scoperto perchè, di sicuro, vi siete tirate le coperte di notte causandogli questa immane sofferenza. A questo punto avete due opzioni: uscire di casa e lasciarlo moribondo sul divano senza neanche il plaid o imbottirlo di tachipirina stordendolo per qualche ora. Nel caso due vi ricordo di prendere quella 1000 perchè con la 500 non addormentate neanche un bambino e di dargliene due o tre per essere sicure che non vi parli per più di mezz’ora. Sappiate, ad ogni modo, che questo sarà uno di quei momenti in cui vi paragonerà con la mamma dicendo che non vi prendete cura di lui come faceva sua madre. Inutile ricordargli che non pesa più 30 kili da un sacco e non gli potete dare lo sciroppo cambia gusto di Mary Poppins.

2) SOGLIA DI SOPPORTAZIONE DEL DOLORE. Strettamente correlata alla prima c’è la sopportazione del dolore. Ogni volta che un uomo da un calcio col mignolo contro uno spigolo e tra le urla immani, tra cui c’è comunque “Mamma!”, vi ripete “tu non puoi capire!”, una donna vede se stessa prendere il sopracitato uomo e sbatterlo contro il muro con la testa sillabando “TU-NON-PUO-I-CA-PI-RE!”. Allora uomini cercherò di spiegarvi in breve il dolore del ciclo….immaginate di avere una diarrea incredibile, già non stavate benissimo con lo stomaco ma vi è venuto in mente di mangiare una crepe alla nutella calda ricoperta di panna. Bene, ora avete degli spasmi interni. Nel frattempo il giorno prima vi eravate presi una sbronza devastante. Risultato? Mal di testa, male alle ossa, nausea, occhi che cercano inutilmente di scappare dalla vostra faccia andando all’indentro. Prolungate questa sensazione per almeno un paio di giorni. Ora sbattete con consapevolezza entrambi i mignoli contro degli spigoli e chiedeteci scusa.

(la battuta fotografica è solo per nerd, mi scuso col resto di voi che non capirà)

3 QUESTIONE DI IGIENE. Con questo non sto dicendo che gli uomini sono sporchi…solo che sono…diversamente puliti. O meglio…gli vanno spiegati i comandi in ms dos, nessuno di loro ha l’aggiornamento neanche XP. Mi spiego…se tornate a casa e un uomo ha mangiato potete scoprire cosa ha mangiato dai residui nel lavandino (cit. E.P.). Nel loro cervello il comando lavare i piatti corrisponde a lavare i piatti. Punto. Il lavello non è parte integrante dei piatti. Se mandate un uomo a fare la spesa la vostra lista deve essere dettagliata, se scrivete “latte” lui vi chiamerà chiedendo, come se fossero domande esistenziali, “Ma da mezzo litro o da un litro? Intero, scremato? che marca?” per cui la vostra lista dev’essere così: Latte 1lt parzialmente scremato qualsiasi marca tranne quella con l’euro che è latte di topo adulto, carta igienica in rotoli, non abbiamo il dipenser a casa anche se costa meno, vodka alla pesca, controlla il disegnino sulla bottiglia, non basta che sia arancione, potrebbe essere anche al melone….e così via…

4 COLORI. Avete presente 50 sfumature di grigio? Bene, solo una donna avrebbe potuto scegliere quel titolo, gli uomini non hanno capacità di vedere oltre i 15 colori delle opzioni di Paint. Pesca è una frutta, carta da zucchero è la confezione dello zucchero, malva è una parola mai sentita prima. Rinunciateci. Non è colpa loro se mettono un maglioncino rosa pastello…per loro è solo diversamente bianco.

5. L’IDEA DELLA DONNA. L’uomo, nonostante viva a contatto con noi quotidianamente, ha un’idea distorta dell’essere donna. La sopracitata, ad esempio, non si nutre. Alla donna basta qualche seme, come un uccellino. Se si buttano 200 gr di pasta sono 180 per l’uomo e 20 per la donna. Quest’idea distorta gli viene data dalle prime uscite in cui noi donne, per fare le fighe, mangiamo un’insalatina. A nulla vale il mangiare per i seguenti 10 anni un’intera teglia di riso patate e cozze, per loro ti bastano 10 pezzi di sushi per essere sazia. (Cit. M.P.)

6 SINCERITA’. è un elemento imprescindibile, cantava Arisa. Arisa è donna. L’uomo, per natura, mente. Quando una donna e un uomo si conoscono il pensiero dell’uomo è sempre e solo uno: scopabile o non scopabile? Se appartenete alla prima categoria il cervello dell’uomo va in modalità uccidiamo la sincerità. In quel momento sarebbe in grado di dirvi di tutto: vuol mettere su famiglia, vuole farvi felici in ogni modo possibile e immaginabile, vi apre lo sportello, vi dice che siete bellissime e che siete la più bella e quella che bacia meglio. In quel momento non è se stesso. Il vero se stesso si rivela nell’esatto momento in cui gliela date. Nel riposino post sesso ecco riapparire la sincerità. In quel momento il suo cervello ritornerà binario e riuscirà a partorire un solo pensiero: fidanzata sì, fidanzata no. E a quel punto tornerà la sincerità.

7. CAPIRSI. Nonostante si parli la stessa lingua, gli uomini e le donne non la parlano. Voi uscite con uno e lui vi dice un sacco di cose carine, è dolcissimo, è tenero….ma state sicure che a un certo punto lui potrà dirvi “non so come tu abbia fatto a capire che mi interessavi per davvero” Purtroppo il problema è della diversa comprensione dello stesso concetto. Quando un uomo dice “Vorrei che domani fosse il giorno perfetto per me e te” la donna immagina colazione a letto, film nel letto, bacini e coccole; l’uomo immagina il kamasutra lanciandosi dall’armadio vestito da Batman. Quando l’uomo dice “Perchè abbiamo aspettato tanto, ci conosciamo da un sacco.” la donna immagina gli ultimi mesi di passeggiate romantiche e week end in spa di lusso, l’uomo immagina mesi di sesso sfrenato mentre fa sesso anche con le altre. Il problema è di comprensione.

Adesso, care donne, io vi invito ad una riflessione seria. Oggi è la festa della donna ma sapete cosa la donna in quanto entità superiore festeggerebbe? Che la smetteste di farvi dire se potete fare qualcosa al vostro fidanzato, è il vostro fidanzato, non Padron Frodo. Stasera vestitevi e uscite, ma non fatelo solo stasera, non aspettate un anno per essere autorizzate a mettere una minigonna. Forse gli uomini non lo capiscono ma le donne vogliono sentirsi belle per se stesse a prescindere da se hanno un fidanzato o meno. Se volevamo qualcuno a cui chiedere il permesso sarebbe stato un secondino, cosa che implicherebbe almeno l’aver ucciso quel bastardo nel nostro ex!  Sappiate che ogni volta che un uomo dice alla propria donna che non può mettere quella gonna perchè è troppo corta una mimosa muore. Volete sentirvi responsabili per l’estinzione delle mimose e la conseguente perdita di lavoro dei pakistani ai semafori?

W le donne!!!

Annunci

»

  1. molto carino anche se per molti aspetti non condivido “piu che non condividere non mi ritrovo in quello che hai affermato”

  2. Il lavello, devo ammetterlo, è verissimo! ç_ç
    Così come la storia dei 15 colori… che poi, oddio, non so nemmeno se ci arrivo a 15…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...