Archivio mensile:agosto 2013

Essere single a 30 anni

Standard
Da quanto tempo non sei fidanzata? Hem…domanda successiva. Panico, paura. Non so che rispondere, la domanda non mi sembra pertinente, rispondo solo in presenza del mio avvocato, mi avvalgo della facoltà di non rispondere!
Ed eccoli lì, già li vedo, tutti pronti ad indicare col dito, a dire eccola la pazza che crede che un fidanzato risolva tutto, un uomo non è tutto nella vita, ci sono tante persone single.
Allora…sfatiamo un mito: a trent’anni non ci sono tante persone single e quelle che lo sono…ci sarà un motivo!
Sì, il motivo c’è e c’è anche per me come per tutti.
Sono single da tanto di quel tempo che non ricordo più com’è andare a letto con qualcuno e svegliarmi con la stessa persona accanto la mattina dopo, non ricordo cosa voglia dire fare progetti, non so più cosa si prova ad ascoltare una canzone e pensare ad una persona. E questo, credetemi, crea problemi!
Ti crea problemi perchè non sei più abituata a rapportarti con un uomo, perchè l’amore diventa il più grande desiderio ma al tempo stesso il peggior incubo, perchè hai così tanto amore sommerso, nascosto, non dato che lo riversi in ogni crepa che incontri sul tuo percorso. E così finisci per spaventare perchè ami troppo, perchè ti lasci andare subito, perchè ci provi ma non puoi proprio andarci piano, no, tu non ce la fai. L’unica cosa che desideri è poter piangere tra le braccia di qualcuno che ti abbracci e che ti dica va tutto bene perchè non sei sola. E poi lo sai che non va tutto bene, il lavoro va uno schifo comunque anche se c’è lui, tua madre sarà la stessa strega di Biancaneve anche se c’è lui e la cioccolata farà ingrassare comunque ma in quel momento ci crederai, almeno per un secondo.
E qui inizia il secondo dramma perchè se mai ti dovesse succedere che qualcuno te lo dica subentrerà il panico, la paura…mi lascerà? sto piangendo e facendo la figura della scema? crede che sia così cretina da credere ancora nei due cuori e una capanna? sono troppo complessa per lui? sono sicura che sia lui l’uomo che voglio al mio fianco?
Perchè essere single a 30 anni comporta molte più paranoie che a 18. Ed è allora che subentra la soluzione “toy boy” (o girl a seconda!).
Sì perchè con i giovani è più semplice almeno è solo uno nella coppia ad avere tutte ste paranoie! I giovani non hanno drammi alle spalle, non sono divorziati, non hanno convissuto, non hanno mai presentato una fidanzata a casa. In pratica non hanno paure. Il loro dramma massimo è stato scoprire che la loro fidanzatina del liceo aveva baciato una donna durante il gioco della bottiglia un week end con gli scout.
I giovani ti portano in giro come un trofeo, ti fanno sentire superfaiga, sei quella più grande; quelli della tua età, scottati da una storia con qualcuna che non era faiga, passeggiano per strada guardando i culi tonici delle 20enni che, al giorno d’oggi, sono estremamente più aperte (di mentalità!) di te.
Purtroppo, però, con i giovani succede che a un certo punto ci si scoccia, o sono loro a scocciarsi di te…già, perchè dovrebbero farsi carico di problemi che non hanno ancora?
E così resti di nuovo sola. Non usiamo inglesismi per farlo sembrare più carino, non si è single, si è soli.
Ed essere single a 30 anni comporta anche problemi pratici….
Eh sì….farti collocare al tavolo dei bambini ai matrimoni (ma no! non è il tavolo dei bambini, è il tavolo dei single!), non poterti permettere una casa e dover abitare con dei 18enni scroccando cene alle tue amiche sposate, dover chiamare tuo padre per sapere come si controlla l’olio alla macchina, girare per mesi con un tergicristalli rotto perchè non sai cambiarlo….
                        Vogliamo poi parlare di oggetti che una 30enne single non può usare?
No, non sto parlando di massaggiatori fallici!
Pensateci….
Hai un appuntamento e siccome ne hai uno ogni due anni hai deciso di stupirlo….hai speso 100 euro in un completino intimo mozzafiato, sei tornata a casa, ti sei depilata, ti sei messa lo smalto sulle unghie e hai fumato una sigaretta che sembrava un carciofo perchè non c’è nessuno che ti fa le sigarette se tu ti sei messa lo smalto. Hai iniziato a cucinare ma ti sei ricordata che il fantastico robot da cucina che ti ha regalato tua madre è sopra ai mobili della cucina e la scala è in cantina e NO, non ci scendi da sola perchè hai paura dei topi. Allora sposti in tavolo e ci sali sopra, vai in relevé, ringrazi la danza e con un piccolo arabesque raggiungi l’oggetto del desiderio. Riesci giusto a lanciarlo sul divano senza romperti un dito e maledici di aver deciso di risparmiare sulla palestra allenandoti con la Wii Fit con scarsissimi risultati. Ti si è rovinato lo smalto su due unghie e sei completamente sudata e con i capelli arruffati. Inizi a preparare il dolce più buono e afrodisiaco che tu abbia mai fatto, tortini di cioccolato e peperoncino col cuore liquido, mille calorie ma ne vale la pena.
La cena è pronta manca solo vestirsi. inizi ad infilarti il tuo meraviglioso completino nuovo…brasiliana in pizzo, reggicalze e corpetto. Almeno ci provi a metterlo….come fa una donna da sola ad allacciarsi un fottuto corpetto? fai mille prove ma i gancetti si invertono, arrivi all’ultimo e ti accorgi di aver sbagliato qualcosa. provi a toglierlo a chiudere tutti i gancetti ed infilartici dentro. Sforzo inutile, sei solo sudata nuovamente. Ti cospargi di talco liquido, non hai tempo per un’altra doccia. Dopo mille tentativi decidi di lasciare qualche gancetto aperto e vaffanculo, tanto non se ne accorgerà mai.
Quindi infili il tuo supervestitino stretch con la cerniera dietro. Eh no ma allora lo fanno apposta! Com lo allacci adesso? Iniziano le mille prove di stretching…una mano sulla scapola inversa e tanto sforzo….tanto che uno dei gancetti che hai deciso di non chiudere si impiglia nel vestito.
Alla fine ce la fai, sei pronta, infili un paio di tacchi 12 rossi e ti incammini verso la cucina a controllare che tutto sia perfetto. Bene, la cena è pronta, il vino è freddo al punto giusto.
Squilla il telefono, dev’essere lui.
Sms. “Scusa ma stasera la macchina serve a mia madre. Ti dispiace se ci vediamo domani?”
Ti siedi sul divano, stappi il vino e mangi tutti i tortini di cioccolato. Da domani ti metterai a dieta e ti iscriverai in palestra, così avrai il culo più sodo delle 20enni, così potrai smetterla di uscire coi Toy Boy e iniziare a farti guardare anche da quelli della tua età.
Ma che dico domani…domani è sabato. Le diete si iniziano di lunedì….
Annunci