Generazione X

Standard

Faccio outing! La scorsa settimana sono andata al concerto di Max Pezzali. E con questo 100 persone non seguiranno più il mio blog….ma aspettate a sentire quali sono le conclusioni prima di cancellarmi!!! Allora…a parte lui pessimo, vestito interamente con le cose del suo merchindising era, in pratica, una bancarella ambulante, simpatico come un dito nel culo quando meno te l’aspetti e da 1 a 10 presenza scenica meno mille….immobile sul palco e la sua battuta più brillante è stata “Pensate che quando si perdono i capelli si perda anche la forfora? Non è così!”

L’evento stragalattico erano, appunto, i 20 anni di carriera del nostro eroe che si sente un cowboy. Il concerto mi ha fatto molto riflettere su questo…20 anni…in pratica quando lui ha iniziato a cantare io avevo 9 anni…era il lontano 1993 e io ero lì a cantare canzoni di cui non capivo il 90% delle parole…ma…alzi la mano chi di noi, della mia generazione, non ha mai cantato “Come mai” dedicandola al fidanzatino di turno. Alzi la mano chi non ha mai dedicato in un musica a richiesta “Nessun rimpianto” aspettando tra le lacrime con la manina pronta sul rec per registrarla comprensiva di dedica letta dallo speaker da risentire per farsi del male!

Ed è stato lì che ho capito perchè noi eravamo delle 15enni sfigatelle e quelle di oggi a 15 anni hanno avuto più esperienze sessuali di me! Max è tutta colpa tua! A 14 anni non avevo mai dato un bacio a un ragazzo ma avevo già pianto cantando “però mi ha aiutato a chiedermi s’era giusto essere trattato così da una persona che diceva di amarmi e proteggermi prima di abbandonarmi qui”, a 14 anni, avevo l’orgoglio ferito. Era il lontano 1998, il massimo di sex symbol dell’epoca erano stati i ragazzi Italiani, ve li ricordate?

Cinque sfigati che cantavano di una tipa che li aveva lasciati. Buon cuore comunque. Amore vero, valori sani e mulino bianco. Il massimo della sconciaggine era “Sentimento Pentimento” dei Neri per Caso che sì, parlava di sesso, ma comunque con sentimento per non pentirsene. Il valore più amato di tutti era, ad ogni modo, l’amicizia. E di questo dobbiamo dare atto a Max Pezzali che, nonostante canzoni di merda stava sempre a sentire quello che diceva l’amico Cisco nonostante poi sputtanasse al mondo che aveva la cagata facile (c’è Cisco che passa in bagno un’eternità!). Ad ogni modo si aspettava che lui finisse in bagno per andare alle feste, gli anni in motorino sempre in due, perchè in fondo lo squadrone siamo noi, che non ci importa non andare alla festa perchè stiamo bene tra noi, perchè la regola dell’amico non sbaglia mai…. A Natale poi guardavamo Fantaghirò, tutti gli anni…

La donna che non si fa mettere in un angolo, un po’ come Babe ma senza Patrick Swayze, anzi…era lei che salvava Romualdo! E come ci siamo rimaste male quando decide di restare nella carota sotto vetro e lo abbandona…tradiva l’amore vero, il valore supremo della vita. Avevo 18 anni e non mi ero mai fatta una canna, in quinto superiore quasi nessuno aveva fatto sesso, chiacchieravamo con occhi sognanti di prime volte con l’uomo della nostra vita e in gita il massimo dello sballo fu mettere la cenere nella birra perchè ci avevano detto che era come una droga e festeggiare il carnevale di Ivrea nell’albergo!

Nel 1999 avevo 15 anni, avevo dato il mio primo bacio a quello che era diventato il mio fidanzato e con cui pensavo di passare il resto della mia vita. Mi chiudevo in camera e cantavo “Niente di più” credendo ancora alla polvere magica e innamorandoci di un uomo che era in grado di scrivere una cosa tanto romantica. Neanche i nostri idoli donne erano sexy…l Spice Girls? Quattro cafoncelle dell’entroterra inglese e una così posh da far vergognare Blair Waldorlf!

Poi passi dall’altra parte, sei l’adulto e ti chiedi com’è possibile che in 10 anni l’età media per la prima volta sia arrivata ad essere 11 anni, perchè le ragazzine sembrano delle donne vissute e si prostituiscono per comprare gli iphone, perchè i loro valori sono cambiati…

Mia nipote di 7 anni due anni fa mi ha detto che da grande voleva fare la winx e io, ingenua, le ho chiesto cosa fosse…mi si è presentata con una bambola dall’indubbio aspetto….adesso…ditemi ciò che volete ma cosa fanno queste nella vita?

Diciamo solo che nei night sono meglio vestite! Come glielo spieghiamo a una bambina di cinque anni che se si veste così può fare un unico lavoro? Sempre grazie alla mia dolce nipotina ho scoperto “Il mondo di Patty” che, successivamente, mi è stata chiesta a scuola dalle mie alunne alla domanda “c’è qualche canzone spagnola che conoscete e volete tradurre?”. Il testo della canzoncina fa così….”tutti sanno chi comanda in questa scuola perchè siamo gente cool….sia come sia qua non entra gente brutta, te lo dimostro, vedi quella brutta e quell’altra brutta…qui non possono entrare!” tutto questo cantato da delle ragazzine delle scuole medie. Ma come devono venir su ste bimbe?

Due anni fa a Natale ho regalato a quel dolce angioletto un microfono di Hannah Montana di cui lei è stata felicissima dicendomi “Zia! è anche rosa con i brillantini! Meno male che ho una zia fashion come te!” Questo poteva già preoccuparmi all’epoca ma l’ho trovato ancora peggio quando ho scoperto che adesso Myley Cyrus, in arte Hannah Montana, lecca martelli e si eccita su una palla demolitrice. La prima cosa che farò a Natale sarà sequestrarle il microfono prima che inizi a leccarlo…

Se chiedi in una classe chi vogliono essere da grandi ti rispondono Lady Gaga…cioè tu da grande vuoi essere una tizia che fa video che sfiorano l’indecenza e vestirti di fettine di carne? Belle aspirazioni, dille al prof di matematica che può esserti utile per stimare quante fettine di carne ci vogliono per coprire un corpo umano! Quando ho chiesto loro di dirmi una canzone di Lady Gaga con un testo profondo mi hanno detto “Bad romance”…voglio condividere con voi la mia acquisizione di conoscenze…”Voglio la tua psicopatia, il tuo bastone verticale
ti voglio nella mia stanza quando il tuo bambino è malato”. Adesso, ammettiamo che Max Pezzali non sia De Gregori ma…il tuo bastone verticale? Cosa ci faccio? Spiego le metafore secondo Rosso Siffredi?

Ah no scusate…questa pubblicità è stata censurata insieme a quella dello scoiattolo che scorreggiava perchè ritenuta offensiva per la morale. E certo…come lo spiegate, cari papà, chi è Rocco Siffredi alla vostra dolcissima barbie gotica di 15 anni che si chiama “Chips!” con l’amica, si fa foto nei cessi pubblici mostrando la pancia e l’inizio del pube e canticchia in giro voglio il tuo bastone verticale sognando di leccare martelli pneumatici? Ma io accesi glieli farei leccare!!!

Mi dispiace deludervi genitori moderni ma dovevate fargli ascoltare Max Pezzali ai vostri figli e preoccuparvi che andassero in motorino sempre in due…

Annunci

»

  1. I primi due dischi degli 883 hanno qualcosa di geniale: le parolacce, certe situazioni di vita vissuta che nessun cantautore italiano era riuscito a delineare così chiaramente e con uno stile idoneo. Forse era anche merito di quel Repetto che abbandonò presto la carriera musicale per dedicarsi ad altro. Max da solo non ha azzeccato più niente, ed ora si è ridotto a far la parodia di se stesso. Ogni generazione ha i suoi idoli, non bisogna giudicarli con il parametro “morale”. Lady Gaga balla mezza nuda, sì, ma è un’artista, va riconosciuto, e come lei ce n’è solo una. A pensarci bene una volta c’era anche Madonna a dare scandalo, e nessuno si sogna di mettere per questo in discussione le sue capacità.

    • Paragonare Madonna a Lady Gaga è considerato blasfemia! In cosa sarebbe artista, di grazia, Lady Gaga? Potrei suggerire delle ipotesi ma non sarebbe troppo educato farlo…
      Caro ghostbox…non ti stupire se tua figlia si venderà al migliore offerente…

      • Anche a me non piace, però non si può dire che non abbia talento. Mia figlia, quando e se ne avrò una, verrà educata da me. Mi assumerò tutta la responsabilità, ma non la farò vivere in una campana di vetro. Se deciderà di ascoltare Lady Gaga o altre ho la presunzione di credere che non diventerà per questo motivo in automatico anche zoccola, in caso contrario avrei fallito nel mio ruolo di padre.

      • No ma sarà ovvio che succederà…tutte le bambine vogliono diventare come le altre…anche noi lo volevamo ma i modelli di riferimento erano altri…se avessi cantato voglio il tuo bastone mi sarei presa due ceffoni!

      • Proprio non ti seguo in questo ragionamento. Credo che la responsabilità di certi comportamenti scorretti dei giovani siano solo colpa dei genitori troppo indaffarati con le loro stronzate, troppo occupati da non trovare il tempo (ma nemmeno la voglia) di discutere, per cercare un confronto con i propri figli, i quali spesso, nell’indifferenza generale, vengono abbandonati a loro stessi, in un età in cui ancora non si possiede uno spirito critico, in cui non si è in grado di scegliere. Un buon genitore al posto che impedire al figlio di vedere la tv, o di navigare in rete (oddio, ci sono le donne nude!!!) parla con i propri figli, discute di tutto senza tabù.

  2. Non ti credere che le genrazioni che ti hanno preceduta hanno avuto vita facile. Ad esempio “può darsi che io non sappia cosa dico scegliendo te una donna per amico” ha fatto più danni della grandine! Non sai cosa dici? E allora statte zitto, no? Va be’, comunque ora mia figlia mi trascina a Verona (dalla capitale) per vedere i One Direction e ci troviamo fuori dell’Arena come tanti cretini a ripensare a quando noi ci dividevamo fra Spandau e Duran e i nostri fratelli maggiori ci perculeggiavano perché loro invece Beatles o Rolling (e vuoi mettere!). Che dire, forse ogni generazione ha gli idoli che si merita….;-)

  3. …e tornano i pessimi ricordi di una bambina di circa 12 anni che ballava come una danzatrice del ventre al comparire in televisione della pubblicità (con quell’irritante canzoncina) dei cereali Miel pops, cantando. Per poi tornare apatica a guardare la televisione. E tornare vivissima con il “Mondo di Patty” che iniziava di lì a poco. Si, c’è qualcosa che non va. Soprattutto se ti fa rimpiangere Max Pezzali. E va bene, faccio outing pure io. Si, Max Pezzali piace pure a me! Lo ammetto. E poi, “Il pappagallo” è una canzone che oserei definire di denuncia sociale, su un lato triste della nostra società. Ecco, l’ho detto 🙂 comunque, post carinissimo e soprattutto vero…

  4. Cavolo, a pensarci mi fa davvero tristezza, rimpiangere i tempi di come mai, o ancora peggio, magari, LA SOLITUDINE della Pausini, però hai ragione, almeno a 13 anni io ancora speravo che mi succedesse qualcosa di fantastico tipo Aurora nella Bella Addormentata nel bosco. L’altra volta ho chiesto a mia nipote di 7 anni se voleva guardare qualcuno dei miei vecchi DVD dei cartoni Disney e mi ha risposto che sono cose infantili, mi devo preoccupare?

  5. da padre separato mi stanno venendo su tutti gli scrupoli e allo stesso tempo svanendo ogni certezza su ascolto, dialogo e cose del genere. Comincerò a spiare il cellulare ai ragazzi e a distribuire ceffoni!

  6. Sono dell’ 80. Max era proibito dai genitori.. ma noi lo ascoltavano lo stesso. Ha sdoganato la parolaccia. Poi è diventato 1 nostalgico. E onestamente se ascolto alcune canzoni sto male. Nn lo seguo nn lo considero più un cantante da tempo. Certo che a me max ha fatto l effetto opposto. A 12 anni il primo bacio. Se 1 è sfigato la colpa nn è di 1 cantante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...