Archivi tag: rabbia

#Unpompinono? Storie di ordinaria follia

Standard

Letto il titolo di questo post già state tutti li a pensare che parlerò di sesso. No cari! Mi spiace per me e per voi ma quello è l’ultimo dei miei problemi!

Vorrei provare a pensare a come sarebbe il mondo lavorativo se noi, poveri precari, dicessimo ciò che pensiamo.

L’altro giorno mi arriva una telefonata da una casa editrice …Salve dottoressa, ho letto il suo curriculum e l’ho trovato molto interessante. Vedo che ha già avuto esperienza in casa editrice, due stage. Sa fare traduzioni, organizzazione eventi, contatti con gli autori, revisioni di testi….volevo chiederle….sa usare anche programmi di grafica? – No, mi spiace, imparo in fretta ma sono un’umanista- – Capisco ma io non ho tempo per insegnare a nessuno, ho bisogno di qualcuno che si sieda al pc e lavori sin dal primo giorno. Ma siccome sto cercando due persone possiamo sistemare la questione. Ad ogni modo ciò che posso offrire è sei mesi di tirocinio. Vorrei mettere le mani avanti, dopo questi sei mesi non c’è possibilità di assunzione, purtroppo non sarà possibile. Sarebbe solo un tirocinio. – Ok…ma c’è un rimborso spese? – Ecco…a questo proposito, sa….la legge sugli stage è cambiata e non si può far fare senza uno sponsor. – (e meno male, la Spagna lo fa da anni ma voi continuate a dire che la Spagna è arretrata rispetto a noi…) – Quindi diciamo che lo stage sarebbe solo fittizio….cioè le faccio un co.co.co e scriviamo che avrebbe un rimborso finale dei sei mesi ma non c’è nessun rimborso.

A questo punto ci vorrebbe un momento di silenzio, una musichetta strana e la risposta giusta… – Un pompino no?! Il venerdì! Così torna a casa rilassato!

Vai a fare un colloquio come web content e ti iniziano a chiedere se hai esperienza di web marketing, gli dici di sì, gli racconti i tuoi stage (ovviamente non retribuiti) e tutto ciò che hai fatto negli ultimi cinque anni di lavoro gratis. Loro ci pensano su, ti dicono che loro hanno una posizione, ovviamente co.co.co. ma tu già esulti… co.co.co.??!! addirittura ho scritto su un pezzo di carta che lavoro? Il co.co.co. è questo, punto. In pratica serve a farti sentire grande, puoi fartelo anche tu da sola, ti scrivi su un pezzo di carta IO LAVORO e bona lì. Tanto non hai ferie, non hai malattia, lavori il sabato e la domenica se c’è bisogno e, indovinate, nessuno straordinario, a dicembre e gennaio ti pagano metà del tuo enorme stipendione di 800 euro. Ma tu esulti. E poi eccola…la domanda trabocchetto: “Bene allora, esperienza in content, organizzazione eventi, rassegne stampa, tradizioni, we marketing…manca solo una cosa: quali programmi di grafica e programmazione sai usare?” GRAFICA???? PROGRAMMAZIONE??? Cioè io devo essere un’umanista in grado di scrivere, con competenze di economia e marketing, con conoscenza social e SEO e fare anche la grafica e saper programmare? “#unpompinono? Ma in che so laureata io in onminologia? Scrivete al ministro e ditegli che a voi serve avere un’unica persona sottopagata che faccia il lavoro di 10 specialisti e, per questo, inventassero università che li preparano bene sti stronzi!

Allo stesso modo cercano informatici che sappiano scrivere…avete mai letto qualcosa scritta da un informatico? Il vostro dubbio sarà sempre “Ma è italiano chi ha scritto sta roba? Quanti scrittori informatici ci sono secondo voi? provate a digitare su google “scrittore laureato informatica” (io l’ho fatto)… manca poco che il computer risponda : What the hell?!

Ultimamente ho trovato un’offerta di lavoro presso un liceo statale in cui, tra i vari modi di ottenere punti c’era questo: Prezzo al ribasso dal prezzo di offerta iniziale fino a 20 punti. #unpompinono?

Gli stage sono, ormai, la forma di “lavoro” più offerta al mondo! Quelli assurdi sono gli stage in negozio….scusate ma cosa mi insegnate? A piegare le magliette? Ma col metodo giapponese? Perchè se sì, allora vengo! “Che esperienza ha lei con gli abiti?” “Ah guardi…il mio armadio è ordinato per tipologia e poi, all’interno della tipologia, per colori!” Lo stage, teoricamente, serve a farti imparare qualcosa. Praticamente ti sei sputtanato 50mila euro in università e sei un inutile. E seppure tu abbia già fatto uno stage non sarà mai quello giusto…. “Ha lavorato come commerciale estero?” “Sì, ho fatto uno stage come commerciale estero presso una casa editrice.” “Ah ma noi vendiamo pasta, non è la stessa cosa, le offriamo uno stage così impara le differenze…sa…i tipi di pasta, le confezioni, il trasporto….” Ma la pasta devo venderla o produrla? “Ho fatto uno stage come commerciale estero presso una casa editrice spagnola.” “Ah ma noi siamo italiani…cambia tutto con la Spagna…”  Non troverete mai qualcuno che vi dica “Oh cazzo mi pare che cinque anni di lavoro gratis siano abbastanza! Noi, addirittura, la pagheremo per lavorare!” no! Sono tutti lì a sottolineare la grande possibilità di imparare che hai con loro! E alla domanda “Mi scusi ma io nel frattempo come faccio a vivere?” ti rispondono “Beh ora come fa? Che le cambia? Per lo meno impara! E poi i sacrifici li abbiamo fatti tutti!” Già LI ABBIAMO FATTI a 20 anni, ora basta!

 

Miei cari governanti, tanto perchè voi lo sappiate, è inutile che continuate a modificare le regole sul lavoro. Non si può andare avanti così. Nella vostra testa questo ci aiuta ad entrare nel mondo del lavoro ma i datori di lavoro troveranno sempre il modo di rigirarsele a loro piacimento. Io mi sono sentita dire, dopo una mia protesta sulla scorrettezza del lavoro gratis, “Ma scusi io come dovrei fare? non so come pagare dei dipendenti, devo per forza andare avanti a stagisti gratuiti!”

Io giuro che al prossimo che mi chiama e mi dice “Non sottovaluti la proposta, le stiamo offrendo la possibilità di imparare!” risponderò #unpompinono? e vediamo cosa rispondono!

10 motivi per smettere di uscire con qualcuno

Standard

Che dire…le donne non ce la possono fare…la verità l’abbiamo lì, sotto gli occhi ma non la vediamo. O non la vogliamo vedere…allora vi do 10 suggerimenti…10 motivi per cui potreste smettere tranquillamente di uscire con un uomo senza pensare che poteva essere quello giusto…

1) Primi appuntamenti. Cinema. Sceglie lui. E vi porta a vedere “Natale a fanculonia”. E, cosa più grave, ride anche! Adesso dovete prendere atto che un uomo che ride alle battute di Cipollino Massimo Boldi non può essere l’uomo con cui mettere su famiglia….vi immaginate l’imbarazzo della nonna quando cucinerà salsiccia e piselli e lui farà qualche battuta idiota sull’astinenza?

2) Letteratura. Il suo autore preferito è Fabio Volo. Ora non sto qui a spiegarvi cosa succede quando uno legge Fabio Volo…vi allego un simpatico video che lo spiega con chiarezza http://www.youtube.com/watch?v=Bi8Cs_YOTlE&hd=1. Quello su cui voglio farvi riflettere è…uno che pensa che frasi tipo “È impossibile rinunciare alla felicità, si può solo se non la si è mai conosciuta.”, “La cosa importante è ciò che mi ha insegnato. Lei non era e non è il mio tesoro ma gli strumenti per trovarlo. Lei è il cartello che indica la strada.” e ancora “Darei la vita per non morire.” e la sua reazione non è cercare l’autore, aspettarlo sotto casa e picchiarlo con una mazza da baseball, non è normale. Sapevatelo.

3) Musica. In macchina ha un cd di Renato Zero e uno di Laura Pausini. Ragazze non è gentile ed educato, è gay. Può non saperlo, può non essersene fatto una ragione, può non avere il coraggio di dirlo alla madre. ma è inequivocabilmente gay. Potrà stare con voi per sempre, gli serve una copertura, gli serve che tutti pensino “Dai, alla fine è solo gentile, vedi? esce con lei!” Potrebbe chiedervi di iscriversi al corso di danza del ventre con voi, potrebbe adorare le vostre nuove unghie finte, ed emozionarsi davanti al vostro nuovo completino intimo in pizzo ma prima o poi lo troverete vestito con il vostro tutù mentre canta e balla con una mazza della scopa in mano!

4) Ha più di 25 anni e vive con la mamma. No, non ci sono giustificazioni. E ad ogni modo non è un vostro problema. Calcolate solo che vi paragonerà sempre a lei, che non cucinerete come lei, che dovrete fare i turni con lei per vederlo, che divideranno la macchina e se la prende lei voi resterete a casa. E non gli verrà mai in mente di vivere con voi perchè significherà allontanarsi dalla mamma e lei vi odierà, per sempre.

5) Perde peli. Non c’è nulla da ridere. Se perdi peli, toglili. Se avessi voluto qualcuno che mi perdesse peli nella vasca senza pulire avrei preso un cane. Un bel cane peloso che mi faccia le feste quando torni a casa  e non una persona a cui devo lavare i vestiti e che mi costringa a lavare il lavandino ogni volta che si fa la barba e a lavare la doccia tutti i giorni! Pensate a quando farete un figlio e il figlio vorrà un cane….sarete sommersi dai peli….

6) Mangia senza prendere un piattino o un tovagliolo. Quelli sono quelli che fustigherei in piazza…panettone sl tavolo, preventivamente avete preso i tovaglioli ma lui…ta daaaaaaa….perchè mai usare il tovagliolo se tanto non sarà mai lui a spazzare a terra? Questi soggetti si riconoscono per il loro non pensare mai a cosa comporta ogni azione. Dal non usare il tovagliolo passerà a pulirsi le mani sulla tovaglia, a cucinare sporcando più pentole che Buddy quando fa una torta da 20 piani e a invitare amici a casa senza dirvelo. Tendenzialmente è lo stesso soggetto che al punto 4.

7) L’uomo astemio. Questa brutta malattia è difficile da gestire e non se ne esce molto facilmente. Gli astemi, come gli hamish e i testimoni di geova, tendono ad accoppiarsi tra di loro perchè gli risulta difficile rapportarsi ad altri esseri umani. Immaginate…cena di pesce, ristorante super figo e lui ordina una bottiglia d’acqua. Adesso voi avete due opzioni: prima, bere acqua naturale su un’impepata di cozze; seconda, prendere del vino bianco da sola soddisfando il palato ma sentendovi un’alcolizzata. Usciti dal ristorante fate un salto in discoteca dove lui litigherà all’ingresso perchè deve pagare entrata inclusa consumazione ma lui non beve. Allora cercherete di farvi capire che neanche voi siete cattolica ma non per questo litigate con i posti pubblici che hanno il crocefisso appeso e lui vi guarderà come delle pazze e vi dirà che questa affermazione è dovuta all’alcol….lasciate stare….

8) La sua ex sembra uscita dal Jersey Shore. E, cosa ancora più grave, lui non solo non se n’è mai accorto ma è convinto che l’abito non faccia il monaco! Ok, non del tutto ma un po’ si, io mi sono altamente pentita di essere uscita con uno che aveva la cintura con la palla numero 8 (da brividi) e ho lasciato precise disposizioni di abbattermi in caso indossi roba fluo, giallo e/o scarpe da ginnastica col tacco! Se voi uscite con un soggetto come questo vi chiederete per tutta la vita come sia possibile che con voi ci siano problemi mentre era innamorato di una che metteva brillantini di giorno…non capendo la differenza tra raffinato e chic potrebbe dirvi di vestirvi bene e portarvi allo stadio, potrebbe portarvi a sorpresa a conoscere i suoi quando siete in tuta….insomma se non sai abbinare i colori hai problemi nelle scelte della vita! E voi non volete un matrimonio gypsy vero?

9) Ha accompagnato la propria ex al concerto di Alessandra Amoroso e/o Emma Marrone. Sono cose da fare di nascosto, con parrucca e occhiali da sole perchè ti macchinano per sempre la vita e la carriera. Sono cose che fai solo per il tuo migliore amico minacciandolo che se lo dice a qualcuno racconterai a tutti di quella volta che è stato con una orribile ma lui non se lo ricordava perchè pesava 180 kg! Sono cose che una ragazza non dovrebbe chiedere mai….e non dovrebbe neanche avere il coraggio di dire al proprio uomo che va a sentire una roba del genere al pari di andare a vedere Twilight! Volete davvero un uomo che accompagna la propria fidanzata a fare dei gesti inconsulti?

10) Si è innamorato follemente di voi. I troppo romantici e i troppo rapidi sono, notoriamente degli psicopatici. I telefilm hanno cercato di avvertirci ma noi non li vediamo….Revenge, lei gli fa credere che lo ama per rovinare la sua famiglia, Dexter, il fidanzato di Debra le chiede di sposarlo su una barca ricoperta di fiori e lui, è ovviamente un assassino in serie che cerca di ucciderla, The Mentalist, il fidanzato di Grace è perfetto ma è un seguace di John il Rosso…..

Insomma….poi non dite che non ve l’avevo detto….

Caro Papa

Standard

io di domande ne ho tante ma siccome non mi scrive a #faiunadomandaalpapa le scrivo qua non si sa mai che Ruini ogni tanto voglia ridere e mi legga!

Prendo spunto dalle cose postate da lei su twitter e devo dire che mi fanno abbastanza girare le palle…io non ce l’ho con chi crede che esista qualcosa di superiore, io credo nei fantasmi non sono nessuno per giudicare! ce l’ho, però, con le puttanate che la chiesa racconta, la chiesa fatta di uomini non di santi. I santi, mio caro Papa, non esistono almeno qua sulla terra.

Lei  chiedei “Come vivere la fede in Gesù Cristo in un mondo senza speranza?” io rispondo: che stracazzo ne so? Non è, per caso, lei il pontefice?

Io le domando come si fa a dichiarare cattolico con tutte le barbarità che fa la chiesa cattolica! Vuole delle domande? eccogliele:

1) Perchè un camorrista può avere un funerale cattolico ma un divorziato non può risposarsi in chiesa? e aggiungerei Perchè i politici possono ri-sposarsi in chiesa e un povero cristo che ci crede no?

2) Perchè lei si sente esente IMU? Non si sente italiano? Se ne vada, abbia una propria moneta a città del vaticano, metta le frontiere e ci paghi una tassa per programmare radio Maria perchè prende una stazione radio ogni 3 e ne abbiamo le palle piene!

3) Perchè non vende tutti i suoi beni e sfama le popolazioni dell’Africa? E avrei potuto dirle sfama me ma non l’ho fatto!

4) Perchè non condanna all’inferno i preti pedofili? Non lo so ora c’ha pure twitter li maledica on line, gli mandi una bolla papale scaricabile e invece no…non sono mai stati manco destituiti!

Ecco, caro Papa, per adesso basta anche perchè mi ha fatto così innervosire e poi non sono più ironica e la gente non ride quando mi legge e io mi dispiaccio! Ma non si preoccupi non è solo colpa sua…è la sindrome pre-mestruale…mi rende isterica col mondo. E lo so che sia aspettava domande del tipo “ma siamo sicuri che l’agnello di Dio fosse un agnello e non un capretto?” ma io questi dubbi vorrei che me li togliesse.

Con affetto

La ragazza col tacco 12 rotto e con poca fede che torni intero