Piccolo briefing per maturandi

Standard

Cari ragazzi,

stiamo affrontando quest’esame di stato insieme. Il peggio è passato e ci avviamo verso il vostro radioso futuro. E se è vero che sono una prof. e fino ad ora è stato mio diritto dirvi che l’Università si fa per cultura, per crearsi un futuro migliore e perchè senza non farete manco gli spazzini, è arrivato il momento che sappiate come stanno davvero le cose. Iniziamo per gradi….

CAPITOLO 1 L’UNIVERSITA’

1.1 – Perchè farla?-

Fare l’Università, mie cari studenti, è l’unico modo e l’unica occasione che avrete in tutta la vostra misera esistenza di farvi mantenere per altri cinque anni dai vostri genitori, non solo senza sembrare dei parassiti ma, addirittura, facendo sì che loro parlino di voi con orgoglio come se steste lavorando in miniera o steste facendo i volontari in Africa. E’ scientificamente provato che le facoltà scientifiche, a differenza di quelle umanistiche, diano di diritto il titolo e lo status di Madre Teresa di Calcutta ma provochino prematura caduta dei capelli ed un innata convinzione di essere più intelligenti del resto del mondo.

2.2. – Quale ateneo?-

Il primo passo è quello di sceglierla il più lontano possibile da casa vostra. Scoprite quali sono tutte le facoltà che non sono presenti nell’Ateneo della vostra città e se, malauguratamente, ciò non fosse possibile, cercate qualche assurda inchiesta dell’Università di Berkley che posiziona l’Università più vicina al 250 posto nella classifica mondiale e sciorinate l’insensata ma utilissima scusa “Al giorno d’oggi già non si trova lavoro, se devo fare l’università devo fare la migliore!”. Questo vi concederà di diritto l’usufrutto gratuito di un appartamento e lo status sociale di studente fuorisede

2.3. – Quale facoltà?-

Qui la scelta si fa ardua…

ARCHITETTURA L’unica facoltà che vi permette di chiedere in regalo, per Natale, un MAC senza che i vostri genitori battano ciglio e vi rispondano “Secondo te spendo mille euro per un pc?” INGEGNERIA  La facoltà in cui quando a 30 anni non sei ancora laureato i vostri genitori risponderanno alle domande degli amici “Eh…sai com’è…ingegneria…” e tutti proveranno comprensione e solidarietà per voi. Ideale se pensate di andare fuori corso come Insigne va in fuorigioco. Ingegneria meccanica è, inoltre, consigliata alle donne con bassa autostima che vogliono aumentare a dismisura quest’ultima senza spendere i soldi dello psicologo. LINGUE Utile per poter smadonnare contro l’Italia e aggiungere “Cazzo me ne frega, io so le lingue me ne vado all’estero.”. Consigliata anche ai maschi non bellissimi che vogliono sentirsi ogni mattina come Brad Pitt che entra in un penitenziario femminile. GIURISPRUDENZA Per andar sul sicuro, perchè se è vero che al giorno d’oggi nessun lavoro è retribuito, almeno voi lo sapevate dall’inizio. FILOSOFIA e STORIA La facoltà adatta per chi vuole abbandonare con la scusa perfetta e rendendosi maturo e virtuoso agli occhi dei genitori “A un certo punto mi sono accorto che avere o meno la laurea in filosofia era la stessa cosa…quindi tanto valeva non farvi sprecare soldi.” SCIENZE DELLE COMUNICAZIONI La facoltà degli indecisi, non saprete neanche cos’è e a cosa serve né prima, né durante, né dopo. Non lo sanno neanche i professori. Ma nessuno avrà il coraggio di chiedervelo per non sentirsi ignorante. DAMS Per coltivare un hobby sentendosi acculturati.

CAPITOLO 2 VIVERE DA SOLI

2.1. I 7 segreti di Fatima

1. Le etichette sui vestiti hanno una loro utilità, al primo lavaggio in rosa la capirete.

2. Lo stendino non è un armadio, segreto speciale per uomini.

3. La carta igienica non ricresce da sola sul rotolo, clamorosa scoperta fatta dopo aver vissuto la gioia di superare un quadro di Candy Crush sul gabinetto ed aver allungato, successivamente una mano nel vuoto.

4. Il cibo ha una data di scadenza, ve ne darà prova il ritrovamento dei RIS di Parma davanti alla porta per una busta di latte comprata un paio di mesi prima, “No, non sono il mostro di Firenze” il titolo di giornale.

5.  Non puoi vivere di sole pizze d’asporto o morirai sepolto dai cartoni delle stesse.

6. Se non senti la sveglia non c’è mamma che ti chiama

7. L’estate non è più uguale a vacanza ma semplicemente ad un periodo più caldo dell’anno.

Per i prossimi capitoli….

Stay Tuned

e in bocca a lupo a tutti i miei studenti e non.

Annunci

Una risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...