Mazz e panell

Standard

Un vecchio proverbio dice “Mazz e panell fann e figl bell…panell senz mazz fann e figli pazz!” che tradotto in italiano fa  “Mazza e panella fanno i fligli belli, panella senza mazza fanno i figli pazzi”.

Da piccola, quando i miei genitori me lo citavano ripetutamente prima di infliggermi punizioni devastanti quali “non guarderai Dawson’s Creek per una settimana” o “Se non prendi la media dell’otto non ti compriamo il motorino”, io, giovane sprovveduta sedicenne non capivo il perchè e mi schieravo nella sfilata genitori contro figli chiamandoli fascisti nella più gloriosa tradizione di una generazione cresciuta a pane e “Come te nessuno mai”

 

 

 

 

Io, figlia di una generazione che era più di noi, che aveva vissuto il ’68, che ne sapeva a pacchi, che mangiava cultura…noi cercavamo di essere sempre di più, di batterci per i nostri obbiettivi ma divertendoci sempre. Oggi, a 15 anni da allora mi ritrovo dall’altro lato della barricata, io insegnate trentenne di fronte a una marea di ragazzini lobotomizzati manco uscissero dal video di “Another brick in the wall”…se i profeti si celebrassero a profezia avvenuta….

A dieci anni piangevo chiusa in bagno, i piedi sulla lavatrice che girava, guardavo l’oblò e pensavo “i miei veri genitori sono alieni, mi hanno lasciato sulla terra per vedere le sofferenze della gente umana ma torneranno a prendermi”, a sedici anni piangevo chiusa in bagno pensando che sarebbe arrivato un  uomo a salvarmi la vita a portarmi via e a dire “Mi prenderò cura di te”, a trent’anni ho capito che gli alieni non esistevano, che gli uomini con la metà delle mie palle sono in via di estinzione ( e spesso sono brutti) e che i miei genitori avevano tutte le ragioni del mondo, anzi, li ringrazio…

Cosa voglio dire con questo…bè…è successo che mentre la mia generazione pensava che quando avremmo avuto figli noi tutto sarebbe stato diverso e gli avremmo spiegato con tanto amore i problemi del mondo e come affrontarli, tutta un’altra generazione ha procreato. Questa generazione avrebbe fatto meglio a chiudersi le tube…o ad aspettare di fare un figlio….

Eccoli lì i giovani del domani…esempi di uomini e donne lobotomizzati dagli smartphone e da yahoo answer…non pensano, non hanno curiosità, non riflettono e tutto ciò…perchè quei genitori non pronti non hanno capito l’importanza del paliatone….sono mai stati picchiati questi giovani d’oggi? no! Ovvio…i genitori non hanno fatto in tempo a vedere la decadenza dei propri figli…qualcuno li ha mai puniti? No, i genitori erano troppo presi dall’essere amati ora dal capire quanto questa generazione di falliti rimpiangerà gli schiaffi poi…

Cos’abbiamo oggi?

Ragazzini delle superiori che non hanno mai letto un libro di Shakespeare? Davvero???!! Per lo meno noi avevamo Di Caprio che ci faceva guardare Romeo e Giulietta come fosse stata un invenzione di Baz Lhurmann ( e qui i miei alunni chiederebbero “Prof chi è Baz Lhurmann?” causandomi una gastroenterite), per lo meno noi avevamo il neretto danzerino di “O come Othello” a farci credere che bastava mixare hip hop e classica per sconfiggere le differenze razziali ma sti poveri cristi cos’hanno?

Eccoli qui…nuove generazioni…ragazzi che si depilano più assiduamente di me, metrosexual che si spalmano olio alle mandorle e alle mandorle e vanità sui pettorali depilati, che si fanno le sopracciglia e che sono terrorizzati dalle donne…beh ovvio… lo sarei anche io….ragazzine di 18 anni che sembra ne abbiano 30…

Quando avevo 15 anni volevo truccarmi ma mia madre me lo impediva dicendomi che la pelle mi si sarebbe rovinata e che avrei rimpianto i chili di fondotinta spalmati per piacere al più bello della scuola a cui non bastava il mio voto come rappresentante d’istituto e io giù a piangere perchè l’unica cosa che sognavo era che lui si innamorasse di me e dei miei chili di fondotinta…e non era solo un dirmi cosa mi sarebbe successo…se mi truccavo e mamma mi scopriva era un mese chiusa in casa…piangevo….

Ora le vedo le quindicenni truccate…sembrano più vecchie di me e mi chiedo “ma dove lo trovano il tempo?” entriamo a scuola alle 8, io non ho neanche il tempo di lavarmi la faccia e queste qui hanno un trucco migliore di me il sabato sera…ma quando fai vedere una loro foto tutti chiedono “ma sicura abbia 19 anni?” la mia domanda invece è “ma perchè vogliono assomigliare a delle escort?”

Ma chi attacco di più non sono i genitori ma i ragazzi della mia età, 30enni, 25enni, 27enni che guardano le 19enni…pancia di fuori…fanno battute del tipo “rossa di capelli golosa di….” , si fanno toccare, accarezzare, tengono la mano a uno mentre un altro tocca loro la coscia e loro ne sono attratti…si fanno foto mezze nude, fanno diete estenuanti, si svegliano alle cinque del mattino per piastrarsi i capelli, sono andate a letto con più uomini loro in 19 anni che io in 30! 

Eppure hanno uomini dietro e mamme orgogliose….eccerto…siete mai andate in palestra? Pulula di donne di 50 anni in leggins e tshirt leopardate che si fanno 2/3 corsi di fila facendomi sempre domandare cosa ho sbagliato nella vita per non avere tutto quel tempo libero, vanno in palestra a Pasqua, vanno in discoteca con le figlie, si spalmano di crema senza mettersi le mutande…scusatemi se preferisco le mamme d’altri tempi che la domenica di Pasqua si svegliano alle cinque del mattino per cucinare, che quando dici che vai in sauna ti chiedono com’è, che al primo compleanno di cui hai ricordi ti hanno regalato un libro perchè se non hanno studiato vogliono che tu lo faccia, se lo hanno fatto ne capiscono l’importanza, perdonatemi se preferisco aver preso un paio di schiaffi perchè mettevo il mascara e cercavo di depilarmi con le forbici della cucina piuttosto di essere chiamata vacca amichevolmente dalle mie amiche perchè avevo scritto su ask che facevo un pompino a chiunque mi metteva mi piace a una foto in biancheria! 

E miei cari ragazzi cresciutelli che andate dalle 19enni…davvero pensate che sappiano fare dei pompini per bene? E magari dopo potete anche farci conversazione! 

Non avrete 20 anni per sempre, d’un tratto vi sveglierete e ne avrete trenta, avrete visto una puntata di “Malattie imbarazzanti” in cui parlavano di prolasso all’utero, avrete visto che vuol dire e passerete il vostro tempo in auto a fare gli esercizi di Kegel fingendo che un ascensore vi parta dal basso e risalga, conti fino a dieci e riscenda e vi sentirete idiote mentre lo farete, nel frattempo avete la candida perchè siete andate a letto con troppi uomini per dimostrare di essere fighe e ne soffrirete per tutta la vita e nessuno riderà quando direte “Ho trent’anni!” pensando che li prendi in giro.

Tu mia cara ragazzina ripenserai alle mie parole e penserai che avresti tanto voluto che tua madre ti picchiasse.

E tu mio caro coetaneo che mi fai sentire vecchia solo perchè non vado in giro con la pancia di fuori ti vorrei dire che 

1) non ci andavo manco a 16 anni grazie alla forte convinzione che mantengo tutt’ora che sia una cafonata figlia degli anni 90 e di beverly hills figurati a 30!

2) Vuoi una donna o una bambola gonfiabile? perchè nel caso la seconda costa meno!

Be proud of be 30! 

e be proud di averne prese un sacco.

Cari genitori…picchiate i vostri figli. Saranno degli adolescenti che vi odieranno ma degli adulti che vi ameranno. 

Ricordate che l’età adulta è più lunga dell’adolescenza.

Annunci

»

  1. Carissima, non hai sbagliato una sola virgola di tutto quello che hai scritto. Io di anni ne ho 40 ma provo esattamente le stesse sensazioni che provi tu, nel vedere “i giovani d’oggi”. Ho una figlia di 9 anni e so di avere ancora massimo due anni di gioia… poi inizierà la lotta. Ma lotterò, perchè mi rifiuto di crescere una figlia lobotomizzata in un modo che già lobotomizzato lo è completamente…

  2. Idolo! Alcune cose nn le conosco, ma essendo quasi coetanea, condivido ogni singola minima parola, e pure le virgole! E stimo l ultima frase sull età adulta che dura più della giovinezza. ..non ci avevo mai pensato!

  3. Sono quasi d’accordo con l’analisi iniziale – a parte il fatto che conosco quindicenni che non si truccano da battone e che hanno più coscienza critica di molte trentenni non essendo l’apparenza ma la sostanza a contare – ma per quanto riguarda la Mazz’, essendo cresciuta a Mazz’ e basta in una famiglia in cui il fenomeno è ben diffuso … ti assicuro che ci sono altri metodi per crescere i figli senza dover alzare le mani e ottenendo risultati ben più equilibrati e duraturi.

  4. tutta colpa di Baz Lhurmann (e di Leo, ovviamente): lessi Shakespeare, scivolai sul Macbeth e mi innamorai della dodicesima notte.
    Io non so che figli sfornerà la nostra generazione, forse i più sani di mente non ne faranno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...