Bologna e la quiete pubblica….questione di…???

Standard

Oggi scrivo, dopo una lunga assenza dovuta alla mancanza di pc, non per essere ironica ma per condividere un disagio e un dubbio….

Come molti di voi sapranno vivo a Bologna, città in cui mi ero trasferita pensando di andare a Bologna la Rossa, Bologna la Dotta, Bologna la Grassa…bè di rosso c’è solo la tenda della mia finestra! Perchè dico questo? Vi illustro il problema.

Come molti sanno Bologna rientra nelle città delle “Grandi Stazioni” per cui qui arriverà la TAV, tralasciamo le critiche all’alta velocità etc etc che in questo momento per me possono costruire anche una pista di atterraggio per jet ultrasonici me da igual, il mio problema è quando stracazzo la costruiscono….

Immagine

 

Una volta la stazione era così, bella vero? Poi decisero che non era abbastanza figa e doveva avere tutta una serie di negozi di quelli che si trovano nelle stazioni al giorno d’oggi….”la Feltrinelli” perchè non si sa mai che agli italiani venga l’idea di leggere qualcosa tanto per passare il tempo in treno, ma avrà solo libri piccoli dato che l’alta velocità ci mette poco (con immenso dolore di Dan Brown), “Artigli” che nessuno se la caga da anni ma se hai 3 ore di attesa in stazione vuoi che non trovi una maglietta carina a 5 euro?, “un piadinaro” che sta sempre bene e che ti farà pagare 10 euro una piadina tanto sei turista per prenderla in stazione e siamo tutti contenti. 

Dov’è il problema? Vi chiederete. Il problema è che avevano promesso di consegnare la stazione finita entro giugno 2013 e invece i lavori sono ancora così….

Immagine

Cosa succede quindi? Che lavorano 24h al giorno, non curanti del fatto che da questa foto si veda casa mia e quelle di molte altre persone. Di notte scavano, tagliano ferro, martellano, trivellano….so anche i nomi degli operai….ieri sera c’erano Antonio e Gaetano che urlavano tra di loro perchè non trovavano gli attrezzi. Il rumore più assurdo è quello della sirena che si attiva ogni volta che spostano quella struttura blu che vedete in foto, sì ragazzi, si attiva in piena notte! Io non dormo da….all’incirca un mese. 

Dopo ripetute segnalazioni al sindaco Virginio Merola, riceviamo risposta che i lavori di notte si possono fare, l’importante è che non superino un tot di decibel. La sua risposta, ovviamente, non riporta nessun riferimento a norme, nè il numero indefinito di tot di decibel. Ma il top del mio giramento di coglioni arriva quando, dopo aver ricevuto tale risposta dal sindaco, leggo il giornale (eh si povero sindaco avrà pensato “Chi cazzo vuoi che legga il Corriere di Bologna!” e invece lo danno gratis a scuola!) e mi trovo davanti questo articolo:

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2013/8-maggio-2013/dehors-musica-autorizzata-scattano-vincoli-piazze-2121032373401.shtml

Dehors, musica autorizzata Scattano vincoli sulle piazze

Fuori dai bar però dovrà calare il «silenzio» alle 22

Cioè fatemi capire….in centro cito “Tra una marcia indietro sul divieto di musica nei dehors, che varrà solo dopo le 22. E un nuovo giro di vite sui concerti in sei piazze storiche del centro, incluse piazza Verdi e piazza Santo Stefano, che non potranno ospitare più di 20 concerti all’anno con una soglia per il rumore ridotta a un massimo di 85 decibel.” e ancora “Nei gazebo dei locali si potrà suonare o diffondere musica «ma solo dalle 6 del mattino alle 22,mantenendo il riferimento alla legge ordinaria che indica in 50 decibel la soglia massima non valicabile», sottolinea Gabellini.”

Stiamo scherzando??? Musica no, rumore sì? Vorrei tanto capire qual’è la logica! Ma secondo voi Merola ha un cd dei rumori che mette la notte per dormire? Tipo c’è gente che mette le cascate e lui mette le martellate? Al posto degli uccellini ha Gaetano e Antonio che urlano per passarsi il panino? 

Caro sindaco, mi chiedo….quindi a suonare non possiamo suonare, a mettere musica dev’essere così bassa che il cantante muoverà solo le labbra, ma se vogliamo martellare tutta la notte siamo tutti felici!!! Buono a sapersi!

A questo punto mi domando…ma non è che a Bologna la Rossa ci siano delle disparità dovute al fatto che sono i vecchi bolognesi a comandare e così facendo stanno uccidendo una città per vivere tranquilli mentre gli altri con-cittadini non hanno diritti? Ricorderei i proprietari dei bar incatenati davanti al comune settimana scorsa per le norme estremamente strette che stanno portando al fallimento il 90% del locali….in quel caso il Sindaco parla di Regolamento acustico. Ricordo che le discoteche di Bologna hanno orari di chiusura da pub nonostante spesso (come Villa Serena o lo Chalet dei Giardini) siano lontane dalle abitazioni, sempre per disturbo alla quiete pubblica….ma alla quiete di chi? Visto che il problema è chi si lamenta e non l’effettivo rumore che fa!

Data la assoluta disparità di trattamento io ho una proposta: o i lavori in stazione non possono svolgersi di notte, o le discoteche e i locali possono restare aperti tutta la notte. Sindaco lei che ne pensa? E voi, cosa ne pensate? Ad ogni modo sign. Sindaco, siccome trova rilassante il ferro che batte sul ferro, pensavo di organizzare un concerto sotto casa sua fatto di pentole e coperchi, proprio per farla dormire, non è un’idea carina? 

 

 

Annunci

»

  1. Non vado a Bologna spesso, ma adesso che ci penso quel trabiccolo blu è sempre lì ogni volta che lo vedo e i lavori sono sempre in corso. Che vergogna…
    Non parliamo poi dei locali e delle leggi assurde che praticamente li soffocano, su quello ci si potrebbe scrivere un’enciclopedia.

  2. Stanotte, tra le 2.30 circa e le 3.20 (l’ora in cui hanno smesso la so con precisione perchè credo di aver riscoperto la mia religiosità in quell’esatto momento), ho pensato in serie che avrei potuto: 1)mettermi ad urlare dalla finestra che dovevano morire tutti e che io avrei volentieri accelerato il processo; 2)chiamare la polizia ogni 5 minuti per lamentarmi con un umarell; 3)trovare una cabina telefonica (ma esistono ancora?) e chiamare la polizia dicendo che c’è una bomba; 4)comprare dei petardi e spararli dal mio balcone con una cerbottana (ma devo perfezionare il tiro, a stento riesco a mandare una cicca fuori dal giardino); 5)appendere volantini di insulti molto sagaci in via Carracci e Ponte Matteotti.
    Fra l’altro questo mese sono in casa tutti i santi giorni a studiare, e sembra veramente una presa in giro non sentir volare una mosca di giorno per poi essere svegliati dal martello pneumatico…e ricordandomi anch’io della rigidità del comune verso i locali (in via del Pratello le denunce sono decine, perchè dopo una certa anche solo stare fuori dal locale con un bicchiere in mano è reato) ho pensato: ma se trasferissimo tutti i concerti in via Carracci? Dai, uno ogni 100 metri…meglio della buona musica che ‘sti rumori del c***o no?!

      • Io veramente ogni tanto la gente che urla improperi la sento…ma poi mi dispiace pure, perchè a parte quegli str**zi di Antonio e Gaetano sono sicura ci saranno tanti bravi uomini, che già mi fanno pena, a dover lavorare di notte per le due lire che li pagheranno (adesso è anche meglio che di giorno, ma col freddo che c’è stato quest’inverno/primaveramancata non li invidiavo tanto!)…Come sempre, gli improperi bisognerebbe urlarli a quelli in alto, quelli che hanno deciso di fare i lavori di notte e quelli che non li hanno saputi organizzare in modo da non svegliarci regolarmente, ma, come sempre, sono proprio quelli i più lontani dal cittadino, quelli con l’udito più duro e con la villa immersa nel pacifico e silenzioso verde dei colli. Io intanto una mail all’URP l’ho mandata, ma chissà se servirà a qualcosa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...