10 ragazzi per me…

Standard

Una mattina ti svegli e scopri che hai poco meno di 30 anni e sei single e ti domandi perchè, ti addossi le colpe, pensi che forse sei troppo esigente e allora analizzi gli uomini della più o meno tua età (a quest’età non possiamo più andare troppo sul sottile anche sull’età del possibile fidanzato!) e inizi a capire….

Le tipologie di ragazzi in circolazione sono queste:

1) Il tronista. No, non intendo che sia figo, la categoria del tronista è quello che si cura anche più di te (nel mio caso non fa un grosso sforzo in realtà), quello che non vi potete vedere perchè è andato a farsi la pulizia al viso, quello che non fa sport ma si fa la ceretta alle gambe perchè la sabbia poi se no è difficile da togliere, quello che andate a mare e ha le ascelle più depilate delle vostre. Questa tipologia porta sempre una crema idratante in valigia e in vacanza mette il superabbronzante. Voi credete che non sia un problema ma ve ne accorgerete quando, prima o poi, andrete a vivere con lui e non saprete di chi è la cera nuova, quando vi metterete a letto e la sua gamba sarà più liscia della vostra e quando dovrete chiamare l’estetista per assicurarle che non è un maniaco anche se si vuole depilare l’inguine. 

Immagine

 

2) Il mammone. Tutti gli uomini sono mammoni, direte. No, care, alcuni sono più mammoni e in quel caso le suocere vi odieranno a morte. I mammoni veri sono quelli che le mamme li chiamano con nomignoli anche davanti a voi, anche la prima volta che vi vedono, sono quelli che la domenica vanno al mare con mammina e lasciano voi a casa, sono quelli che “mamma mi ha detto che”, sono quelli che le mamme gli portano il caffè a letto la mattina e lo faranno anche quando ci sarete voi nel letto con lui e no, non è piacevole. Un giorno vi ritroverete con lui che vi dirà che mamma gli ha detto che alle donne piace più stare sopra facendo calare il vostro desiderio, la mamma vi verrà a trovare e pulirà casa come se voi non sapeste neanche badare al figlio e farà cenni di disapprovazione alle tende della cucina che non si intonano col copridivano. La prima volta che sentirete chiamare sua madre mammina….fuggite il più lontano possibile!

Immagine

3) Il giocherellone. La tipologia del giocherellone può essere simpatica ma è molto rischiosa. Il giocherellone, infatti, non si accorge di avere 30 anni e giocherà allo stesso modo di quando ne aveva 12. Di solito fa un lavoro fisico e a contatto col pubblico e si circonda di ragazzini più piccoli contornati da uno stuolo di teen agers adoranti. Andrete al bowling? vi spingerà sulla pista mentre tirate, l’amico sale in macchina? partirà lasciandolo attaccato alla portiera, mangiate una pizza? vi lancerà molliche di pane da una parte all’altra del tavolo, esce con gli amici? Fa battute sconce a cui tutti rideranno tranne voi. Può essere un piacevole passatempo nei periodi di depressione ma non riuscirete a sopportarlo per molto. Meglio un cane.

4) L’omm addà puzzà (ma non eccessivamente). Il fascino dell’alternativo, chi ve lo nega, ve ne do tutti gli atti che volete ma vale la regola di cui sopra. Se ogni volta che andate a dormire da lui notate che ha le stesse lenzuola, se entrando in camera vi viene da starnutire pur non avendo il raffreddore, se dopo due volte che ci uscite vi rutta nell’orecchio per scherzo, se fa la pipì per strada e poi vi dice “Andiamo a fare colazione?” tendendovi la mano, non è alternativo, è nu zuzzus!!! Diffidate dalle imitazioni signore, essere alternativi vuol dire comprare i detersivi bio non non comprarli proprio! E no, non riuscirete a fargli capire che non può lavare a terra solo se è macchiato, che nell’armadio non può tenere insieme panni sporchi e puliti e che saltare gli oggetti sul pavimento per raggiungere il letto non è considerato sport. 

Immagine

5) L’animatore. Ok ammettiamolo tutte noi siamo andate in vacanza e abbiamo avuto una liason con un animatore ma quando l’estate finisce finisce anche il cantare summer love credendosi Olivia Newton John. Ma loro si annidano ovunque…all’inizio ti sembra carino che il tuo ragazzo saluti tutti, che sappia tutte le canzoni e te le canti ma a un certo punto passano i 3 mesi dell’innamoramento, andate ad un compleanno e lui balla il Pulcino Pio e voi vorreste avere il mantello dell’invisibilità di Harry Potter. Poi pensate che in fondo è stato divertente e con tanto zen andate avanti…fino alla prossima festa in cui c’è il karaoke. Mi dispiace ragazze gli animatori sono simpatici solo da giugno a settembre. 

Immagine

 

6) Il nullafacente. Forse uno dei più affascinanti tra i nostri esemplari perchè lui è sempre disponibile. Siete tristi e volete bere ma sono solo le 3 del pomeriggio? Lui c’è. Volete partire per il week end o anche in settimana? Lui c’è. Lavorate vicino casa sua? Pranzo da lui. Vi sembrerà tutto così fantastico. Fino al momento in cui vi ricorderete che purtroppo esistono anche i tempi futuri e che lui vi può preparare tutti i pranzi che volete ma non può portarvi a cena fuori perchè con la paghetta dei genitori non ce la fa. Poi inizierà ad uscire senza di voi perchè voi, purtroppo, dovete lavorare per vivere e non potete sbronzarvi ogni maledetta sera e alla fine vi mollerà perchè siete noiose, troppo responsabili, vecchie dentro, mentre ha trovato una fantastica 21enne figlia di papà che può fare la fancazzista con lui per qualche tempo in più.  Scappate prima che vi molli e le vostre amiche vi insultino anche.

Immagine 

7) L’ignorante. E non sto parlando di inutili titoli di cui fregiare le pareti. Vi sto parlando di quello che vi dice “Sai ho visto quel film di cowboy col nero di quel regista che mi sa che è pure famoso.” o “Hai presente quel fatto assurdo successo a Genova qualche anno fa?” e in quel momento anche se avevi l’ormonella a palla e il tuo perizoma ti si era sfilato da solo senza neanche toglierti i jeans…in quel momento tutto passa e pensi che no, neanche dopo aver bevuto 1 litro e mezzo di tequila avrai rapporti sessuali con lui, no, neanche se è Brad Pitt. Solo che finisce che bevi e può succedere di tutto. A quel punto consiglio di lasciare un biglietto mentre dorme scrivendo “Grazie è stato un piacere ma devo scappare, ho tante cose da fare…una di queste è uccidere Bill.” 

Immagine

 

8) Il tirchio. Questa categoria mi è capitata più volte. Non è una questione di soldi o di regali ma…una volta sono uscita per qualche mese con un ragazzo che mi ha portato, come unico regalo, una lattina di chinotto dalla mensa aziendale….un altro mio ex mi ha portata a cena per il mio compleanno e poi mi ha detto “Forse è meglio se prendiamo la pizza” no ma dico io non mi ci portare fai più bella figura. Il tirchio lo riconosci subito dal  fatto che quando ti porta a bere qualcosa paga con le monetine e le conta lentamente davanti a te per fartelo pesare, che quando sceglie il vino prende il meno costoso in assoluto e che prende il caffè alle macchinette. Vivere con lui vi creerebbe problemi quando stacca lo scaldabagno per risparmiare e spegne la macchinetta del caffè elettrica “tanto basta che mezz’ora prima che tu abbia voglia di caffè rimetta la spina.”. Evitatelo. 

9) L’incapace. Questa categoria è quella che racchiude un po’ tutti gli uomini che vanno a vivere da soli e che vi usano come libretto di istruzioni. Riporto frasi reali citate da mie amiche “Amore il caffè è uscito lo spengo?” (no, fai bruciare la casa) “Amore ma se io aziono la lavatrice, il tempo che mi vesto, ha finito?” (se hai il lavaggio Flash Gordon è qui sì) “Amore dov’è il burro?” (Ncul a soret) “Amore ma sulla pancetta c’è scritto usare una sola volta quindi non la posso conservare?” (No, tutti i cibi appena li hai aperti o li mangi tutti o li butti) “Panna da montare in polvere?” (Cos’è questa stregoneria?) “Devo pulire il frigo, va bene col l’alcol?” (Si e poi fumati una sigaretta li vicino). Consiglio, assicuratevi che viva da solo da almeno 10 anni!

10) Il bugiardo. Il più difficile da smascherare. Quello che vi dice che va a calcetto ma ha la panzetta alcolica e quando fa le scale alla seconda rampa ha il fiatone, quello che dice che va a trovare degli amici e va a trovare l’altra fidanzata in Sicilia. Dopo esperienze varie ed eventuali sui generis mi è stato detto come fare a sgamargi…quando vi hanno raccontato una storia a cui non credete, chiedetegli di raccontarla di nuovo ma al contrario! Pretty little liars docet. Altro trucco: guardatelo negli occhi, se guarda a destra ricorda, se guarda a sinistra inventa. Ho guardato 4 serie del mentalista e adesso miei cari bugiardi non mi fregate più! Potrei entrare in polizia!

Immagine

 

Detto ciò diffidate degli uomini, fate i miei test e tenetemi aggiornata.

P.S. Ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale (o forse no!)

Annunci

»

  1. nella categoria “ignorante” aggiungerei gli sms sgrammaticati…perchè niente smorza l’eros come:
    1 il condizionale “fantasioso”
    2 l’h “sbarazzina”
    3 l’accento/apostrofo vario e/o eventuale

    Esempi tratti dalla realtà: “ci vediamo dopo, se la macchina deciderebbe di partire” …oppure “vado HAI campetti” …oppure (tenetevi forte) “ciai tu le chiavi” …ciai!!!?? ciaaaai —TIPO PLURALE DI CIAO!!?? si, c’ho io le chiavi
    E CIAO!!!

  2. oddio, divertente e cinico. Mi sono reso conto che io rappresento un po’ tutti e 10 gli stereotipi (no, mi sa che il primo decisamente no), sarà dura per me trovare una dolce metà??? Vabbé, però non sono tanto zuzzus, quindi forse mi salverò…

  3. Ahahahahahaa! Ho cominciato stasera a leggere qualche tuo articolo e ti adoro! In ogni caso, nella categoria del ‘bugiardo’ credo che tu sia stata fortunata: ho conosciuto un ragazzo che aveva tipo 10 nomi diversi e tante altre identità (non sto scherzando, incontravi proprio PARECCHIA gente che lo chiamava in modo diverso..), quindi andavamo sull’autobus e faceva il dottorando splendido palesando i suoi trecento master non considerati abbastanza (mai stato dottorando, mai avuto neanche un master), andava al supermercato e diventava uno fissato con la palestra che guardava le calorie, andavamo in un bar e li’ la gente lo conosceva come uno a cui erano morti trecento familiari (tutti vivi)..bho, menomale che mi si è accesa la lampadina ‘pericolo’ e me la sono data a gambe.

    Altra categoria che non trovo, è il sovversivo polemico-brillante. Quello che a prescindere da tutto remerà contro, contro te e contro il mondo, perchè si, tu ragioni bene, ma non in modo giusto, mentre lui si, lui è speciale, come lui non troverai nessuno. Ti piace Hesse? Cristo, che provincialotta. Evidentemente non hai apprezzato l’espressività di Baudelaire, perchè QUELLA SI’ che è arte. Ti piace De Andrè? Cielo, è perchè non hai mai saputo apprezzare abbastanza Battisti. Ti sei messa una gonna blu. Carina, si, ma io preferivo l’altra, questa ti fa sembrare più cadaverica.
    Ti remerà contro e pretenderà di avere ragione su qualsiasi cosa dirai. Un giorno vedrai un sole che spacca le pietre, caldo a 40° disgraziatamente pronuncerai un “che caldo”, e ti sentirai rispondere “no, è una tua percezione, in realtà non fa caldo, per esempio i rettili che..” e via con l’ennesima filippica.

      • Ahahahaah oddio! Io dopo aver conosciuto questo e la mia attuale coinquilina..ho letteralmente il ribrezzo per i bugiardi, giuro. Uno dice “dai, qualche bugia ci sta..”, ovvio, ma hai presente l’espressione “costruire una vita sulle bugie”? E’ orrendo, ti portano veramente a dubitare di tutto!

  4. bellissimooooooo stavo cercando la versione a me più adatta, ma forse non dovrei essere io a scegliermela, comunque credo la figura dell’ignorante, anche se mi sembra un po’ poco trattata, mi dovrebbe andare abbastanza bene.
    …e va be’ ma voi fate troppo le difficili… vorreste trovare un uomo che non abbia almeno uno di quei difetti o pregi?!? Quei pochi che ne esistono se li sono già presi quelle gran gnocche sempre in tiro, intelligenti, serie ma anche divertenti e simpatiche, che guadagnano 3000 euro al mese e sono delle mamme attentissime e delle mogli stupende che fanno l’amore da dio 😀

    comunque a parte gli scherzi… molto simpatico.

  5. cara ragazza col tacco12 intanto complimenti per il tuo blog.
    Hai dimenticato o forse non conosci il DEPRESSO ovvero cioè, quello che dal primo giorno in cui ti frequenta ti dice: non ti conviene metterti con me nè innamorarti, ti farò soffrire, sto male ho un sacco di problemi, non ti illudere, sono deluso dalla vita, non ho voglia di fare nulla, eccecc..
    Poi dopo averti frequentata e incoraggiata per un certo periodo di tempo, improvvisamente ti scarica con una scusa una banalità, e magari ti dice VOGLIO STARE SOLO, IL PROBLEMA NON SEI TU….e chissà come mai tu ci credi e piangi e ti danni, per poi venire a scoprire una settimana dopo che sta già con un altra!ecco, a me ne sono capitati 2 “uomini ” così e sinceramente spero di non cascarci più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...